Cantore

Espressione tipica del territorio con il suo blend di vitigni autoctoni: Sangiovese, Ciliegiolo, Canaiolo e Malvasia nera. Un'esperienza sensoriale ricca ed avvolgente, quasi sensuale, sincera e mai artefatta, che invoglia a tornare al bicchiere. Un inno alla gioia.


Rivale

Un Sangiovese in purezza di gran classe, austero e signorile, che si apre a poco a poco nel bicchiere per regalare splendidi sentori evoluti tipici del Sangiovese e dell'affinamento in botti di rovere. Il Rivale impressiona per la bella struttura e per la potenza dell'equilibrio dei tannini. Un vino per abbandonarsi al piacere del meditare.


Ripa Bianca

Bella struttura acida e mineralità a non finire, con note di pane, lievito e delicati richiami di brezza marina. Un vino semplice dove semplice non è banale che ad ogni sorso regala spensieratezza, vitalità e voglia di mare.


Era

Un bianco strutturato e da invecchiamento, vinoso ma ricco di note di burro e crema, con una persistenza impressionante per un bianco e un leggero retrogusto di mandorla amara conferito dai terreni di tufo su cui sono coltivati il Trebbiano, la Malvasia e il San Colombano che lo compongono. Complessità e leggerezza assieme.


Babuc

Un rosè da vinificazione in bianco di Sangiovese dai morbidi profumi di fragole e lamponi con panna e che al palato non tradisce: bocca piena, meravigliose acidità e mineralità, e tannini delicati ma intensi. Il brio della giovinezza che accompagna dall'aperitivo al dessert.


Gattamatta

Pigiatura coi piedi e lnghissime macerazioni su bucce e raspi. Una tradizione ormai dimenticata per un vino dal naso profondo e complesso, con una struttura tannica intrigante e avvolgente.


Soubrette

Brevi macerazioni e lungo affinamento sulle fecce fini conferiscono a questo vino profumi di rosa, violetta e marasca, uniti ad una grande freschezza e bevibilità. Un vino rosso anche per l’estate.


Nomade

E’ il vino simbolo di Terre del Ving, un vino che porta in sé la storia del continuo viaggio alla ricerca di terre da coltivare, di esperienze da narrare. Nomade 2015 è ottenuto prevalentemente da uve Cabernet Sauvignon coltivate a Montescudaio, a breve distanza dal mare, lungo il letto del fiume cecina, e vinificate quasi esclusivamente in tini di cemento per mantenere inalterato il carattere di questo splendido vitigno.


Eretico

Cabernet Sauvignon ed una piccola percentuale di Merlot per un grande classico della Costa Etrusca, Senza scendere però a compromessi con i trucchi dell’enologia moderna. Solo la storia dimostrerà se si sia trattato di eresia o di poesia.

Pregi del nostro vino e certificati di qualità

I nostri prodotti sono certificati Demeter (agricoltura biodinamica) e Bioagricert (agricoltura biologica).
Hanno diritto di fregiarsi del marchio Demeter coloro che conducono la propria azienda conformemente agli standard internazionali Demeter per la produzione e per la trasformazione secondo gli standard qualitativi biodinamici.
Gli agricoltori, i trasformatori, i distributori soci della Demeter Italia si fanno carico di garantire la qualità biodinamica ai consumatori con un sistema oggettivo e professionale che viene a sua volta controllato annualmente dalla Demeter International.
Bioagricert si occupa di sicurezza e qualità dei prodotti, oggi elementi prioritari sia per le aziende produttrici che per i consumatori. Standard qualitativi e normative nazionali ed internazionali contribuiscono a garantire tale sicurezza, ma ciò non basta. Un Organismo di Controllo e Certificazione indipendente come Bioagricert assicura che siano rispettati tutti i requisiti di produzione lungo tutta la filiera, dal seme allo scaffale..

Demeter

Demeter è l'unico marchio internazionale per la certificazione dei prodotti Biodinamici.

La Demeter Italia è un associazione privata di produttori, trasformatori e distributori di prodotti agricoli e alimentari biodinamici.

Bioagricert

Bioagricert opera nel settore della certificazione agroalimentare dal 1984 e garantisce alle aziende controlli efficaci e puntuali.